Certificazioni

CERTIFICAZIONI BRC e IFS

La Grande Distribuzione Organizzata (GDO) costituisce per le aziende della trasformazione alimentare il principale mercato di riferimento. Proprio la GDO ha introdotto propri standard qualitativi (tra cui anche gli standard BRC e IFS), cui le aziende di trasformazione possono aderire, sottoponendosi a stretti quanto rigorosi controlli.

Questi standard sono stati elaborati dalle principali associazioni di distributori inglesi (B.R.C. - British Retail Consortium) e tedesche (I.F.S. - International Featured Standards) allo scopo di definire i requisiti qualitativi cui devono uniformarsi i fornitori di prodotti alimentari per accedere ai rispettivi mercati.

Entrambi gli standard BRC e IFS prevedono, a carico dell’azienda:

a) l’attuazione di un sistema di autocontrollo igienico (HACCP),
b) l’attuazione di un sistema di gestione della qualità,
c) la gestione dei processi produttivi tramite specifiche procedure,
d) la definizione di un sistema di monitoraggio e controllo dei processi,
e) la gestione delle risorse (umane e tecnologiche),
f) la periodica formazione e addestramento del personale,
g) il rispetto delle normative ambientali,

oltre al completo rispetto delle vigenti normative nazionali ed europee legate alla sicurezza ed all’igiene alimentare (etichettatura, rintracciabilità, ecc.).

La nostra Azienda, esportando i propri prodotti in diversi paesi esteri, sia europei che extraeuropei, ha ritenuto opportuno, nel corso del 2004, certificarsi secondo entrambi gli schemi di certificazione di prodotto proposti dai retailer.
L’Azienda ha sempre superato le verifiche annuali previste dimostrando la completa aderenza ai due standard per i quali le è stato sempre riconosciuto il massimo livello dall’ente internazionale di certificazione.

 

CERTIFICAZIONE PRODOTTO BIOLOGICO

Per le proprie produzioni viticole, oltre che per il processo produttivo e commerciale, dal 2010 l’Azienda ha chiesto ed ottenuto, attraverso i previsti, periodici controlli, la conformità a quanto previsto dal Reg. CE 834/2007.

 

CERTIFICAZIONE SQNPI

I vini della Cantina di La-Vis e Valle di Cembra rappresentano una tradizione vitivinicola che lega la natura alla tecnica, in un contesto di montagna unico nel suo genere. Una filosofia di produzione a cui oggi si aggiunge anche la garanzia del marchio SQNPI che contribuisce alla salvaguardia della biodiversità e alla bellezza di una terra che da secoli custodisce paesaggi vitati.
Un impegno condiviso con il Consorzio di tutela vini del Trentino, il Ministero per le politiche agricole e forestali, l’Istituto Superiore di Sanità e la Fondazione E. Mach, impegnati tutti insieme per la riduzione dell’impiego dei fitosanitari di sintesi nella coltivazione delle uve e per la salvaguardia dell’equilibrio tra agricoltura, tutela dell’ambiente e sicurezza della salute del consumatore e del socio viticoltore.
In Cantina di La-Vis e Valle di Cembra il primo anello di una lunga filiera è il socio viticoltore. Professionalità e preparazione sono il punto di partenza della difesa integrata, messa in pratica da tutti i soci viticoltori i quali:

  • adottano sistemi di monitoraggio per la valutazione delle condizioni fitosanitarie delle coltivazioni;
  • promuovono la difesa fitosanitaria attraverso metodi biologici, biotecnologici, fisici, agronomici in alternativa alla lotta chimica;
  • limitano l’esposizione degli operatori ai rischi derivanti dall’uso dei prodotti fitosanitari;
  • razionalizzano la distribuzione dei prodotti fitosanitari limitandone la quantità, lo spreco e le perdite per deriva;
  • partecipano alla formazione sui sistemi di coltivazione rispettosi dell’ambiente e della biodiversità;
  • limitano gli inquinamenti derivanti da una non corretta preparazione delle soluzioni e dallo smaltimento delle stesse;
  • smaltiscono adeguatamente i contenitori dei prodotti fitosanitari

Ai soci viticoltori viene inoltre richiesta un’approfondita conoscenza delle caratteristiche del terreno per un’ottimale scelta della varietà, in grado di valorizzare le specificità delle diverse zone viticole trentine utilizzando giovani barbatelle non geneticamente modificate.
L’assistenza tecnica ai viticoltori da parte degli agronomi SQNPI è fondamentale per favorire il mantenimento dell’agrosistema naturale, l’aumento della biodiversità attraverso la confusione sessuale, un metodo di controllo dei parassiti dannosi attraverso l’installazione di trappole di monitoraggio ed il mantenimento della fertilità biologica del terreno. I soci si avvalgono di quaderni di campagna informatizzati quali strumenti di registrazione e monitoraggio per la raccolta dati e il controllo della conformità al disciplinare di produzione integrata per la coltivazione dell’uva approvato dalla Provincia Autonoma di Trento.
Oltre alle uve, nel 2017 anche i vini in bottiglia di Cantina di La-Vis e Valle di Cembra ottengono la certificazione SQNPI. Tutte le fasi del ciclo di lavorazione delle uve e del processo di vinificazione sono accuratamente tracciate nei registri di produzione che rendono tempestivi i controlli di qualità e la separazione del prodotto nel caso in cui siano riscontrate delle non conformità.
La certificazione SQNPI garantisce dunque una totale conformità del vino imbottigliato al disciplinare di produzione integrata e pertanto un vino sostenibile e a ridotto impatto ambientale: tutti i vini della Cantine di La-Vis e Valle di Cembra sono oggi la migliore testimonianza di un risultato eccellente ottenuto in piena armonia con i viticoltori che lo producono e l’ambiente che li circonda.