Ritratti

Luoghi d'elezione

I vini “Ritratti” sono ottenuti da uve di vigneti vocati nelle aree collinari di Lavis, Cembra e Meano. Questa area offre, per la grande eterogeneità delle condizioni microclimatiche, una variabilità ambientale molto ricca.
La composizione dei terreni risulta estremamente diversificata, con rocce madri di epoche diverse, caratterizzate da una composizione chimica e mineralogica particolarmente complessa.
Il porfido, pietra vulcanica ricca in minerali, è l’elemento predominante. Miscelato a dolomite e granito, a volte in purezza, spesso come basamento in profondità, questo minerale caratterizza significativamente i vini “Ritratti”.

 

LA SELEZIONE

Il concetto di selezione è stato il nucleo embrionale attorno al quale si è strutturato il progetto Ritratti. La cura dei dettagli che inizia dalla ricerca del sito idoneo alla coltivazione del vitigno, continua in vigna e in cantina. Da anni, i Soci La Vis, praticano una riduzione sistematica delle rese, per migliorare la qualità delle uve. La potatura invernale, la riduzione dei germogli verdi, la sfogliatura ed il diradamento dei grappoli, sono solo alcune delle pratiche messe in campo per impostare la produzione. In cantina, una struttura dedicata accoglie le uve. Simile a quella di un vignaiolo, la cantina Ritratti, si modifica costantemente per andare incontro ai tempi ed alle esigenze della materia prima. La ricerca della naturalità sull’intera filiera necessita di operazioni singole che mutano nel tempo, basate principalmente sul lavoro e sull’esperienza dell’uomo. Tante piccole attenzioni ed operazioni quotidiane che fanno di Ritratti una selezione unica.